Home / Sport e Fitness / Lo yoga e l’equitazione

Lo yoga e l’equitazione

 

Proprio come lo yoga, anche l’equitazione gode di una crescente popolarità. Le varie associazioni ippiche confermano infatti che oggi l’equitazione è diventato uno sport non solo per giovani ed adolescenti, ma anche per adulti oltre i 30 anni di età, proprio come lo yoga. Ma i punti in comune tra le due attività non sono finiti.

Chi ha avuto la fortuna di praticare tanto lo yoga quanto l’equitazione, ha avuto l’opportunità di notare fino a che punto gli strumenti appresi nello yoga possono risultare utili nell’equitazione. Primo fra tutti, la respirazione, con la quale è possibile entrare in sintonia con il cavallo. Il profondo legame con la respirazione è subito avvertito dall’animale. Non a caso rappresenta uno dei pilastri dello yoga, insieme agli esercizi di concentrazione e meditazione. L’equitazione, come lo yoga, non è uno sport basato sulla forza, ma si tratta piuttosto di un’attività fatta di coordinazione e consapevolezza del proprio corpo. Ma non finisce qui.

Sia l’equitazione che lo yoga favoriscono l’unità di corpo, mente e anima. Come accade nello yoga, anche la relazione con il cavallo ha un effetto benefico e curativo sulla salute fisica, mentale e sprituale, ed entrambi coinvolgono diverse zone muscolari. Da ciò è evidente la possibilità di combinare con armonia lo yoga e l’equitazione. Lo yoga, inoltre, oltre a favorire la concentrazione e la consapevolezza del proprio corpo è in grado di migliorare l’equilibrio interiore, tutti elementi necessari nell’equitazione.

Cavalcare non significa sedersi passivamente in equilibrio sul cavallo, ma consiste nell’interagire attivamente con l’animale stesso, dirigendolo attraverso il posizionamento del peso corporeo, la pressione delle gambe e la direzione delle briglie. Eventuali tensioni e stati d’animo vengono immediatamente percepiti dall’animale. Per potersi lasciar andare è necessario abbandonare lo stress e le preoccupazioni. Come nello yoga, anche nell’equitazione ogni parte del corpo svolge una funzione specifica: bisogna quindi potenziare con specifici esercizi le spalle, la zona addominale, le mani, le braccia, i piedi. E’ quindi auspicabile che le due attività vengano integrate, per poter sfruttare i benefici di entrambe. La flessibilità e l’elasticità acquisite con lo yoga aiuterebbero a praticare l’equitazione nel migliore dei modi.