Home / Salute / La meditazione tibetana è di aiuto alle donne operate di cancro

La meditazione tibetana è di aiuto alle donne operate di cancro

 

All’Ospedale Bellaria di Bologna è in fase di sperimentazione la pratica della meditazione tibetana per aiutare le donne operate di cancro al seno a combattere la depressione e lo stress derivanti dalla malattia. Fino ad ora l’esperimento ha dato buoni risultati, ed è stato effettuato su 549 pazienti.

E’ ormai accertato che una pratica costante della meditazione diminuisce nell’organismo sia il livello di adrenalina, che quello di cortisolo, gli ormoni direttamente responsabili dello stress. La meditazione tibetana è alla base del progetto denominato “ArmoniosaMente”, messo in atto dall’Ospedale Bellaria di Bologna nei confronti di donne operate o in cura per il cancro al seno.

Questa pratica si è rivelata efficace per affrontare lo stress e gli stati depressivi legati alla malattia, ma non solo. Meditare aiuterebbe anche a tollerare con più facilità gli effetti collaterali della radioterapia e chemioterapia quali vomito, stanchezza, nausea, instabilità dell’umore. Con la meditazione le pazienti vedono migliorare la qualità del sonno e reagiscono alla malattia con una maggiore dose di autostima.

Il progetto prevede dieci sedute da due ore ciascuna, per una volta alla settimana. Ogni gruppo è costituito da circa 15 pazienti. Poiché l’esperimento sta dando ottimi risultati, presto sarà la volta degli Ospedali “Le Molinette” di Torino e “San Carlo” di Milano. Il professor Pagliaro, responsabile del progetto “ArmoniosaMente” intende estenderlo anche ai cardiopatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.