Home / Salute / Occhi stanchi? La soluzione in uno spray

Occhi stanchi? La soluzione in uno spray

Sto finendo di scrivere le ultime righe di una relazione tecnica al computer, la giornata trascorsa in ufficio finalmente è agli sgoccioli. Squilla il telefono, è la mia amica Marika: non vede l’ora di mostrarmi la sua nuova casa e ha organizzato una cenetta per questa sera. Mi guardo velocemente allo specchietto, e i miei occhi “raccontano” impietosi come ho trascorso le ultime ore della mia giornata: attaccata al pc cercando di non distrarmi per non rischiare di dover rifare tutto daccapo! Gli occhi arrossati e stanchi mi danno fastidio, avverto anche un leggero pizzicore. Ci vorrebbero le “lacrime artificiali”, pare che siano un toccasana per risolvere il problema della secchezza oculare. Poi rifletto un attimo: qualcuno, in ufficio, mi ha parlato di “Opticalm Lipomyst”, uno spray che può essere comodamente utilizzato in qualsiasi momento, anche ad occhi chiusi! Sì, proprio così. La novità di questo prodotto, rispetto alle lacrime artificiali che ho usato fino ad oggi, è che non devo preoccuparmi di applicarlo all’interno degli occhi (e quindi temere per il trucco appena fatto), ma penetra all’interno attraverso le palpebre chiuse. Niente di più comodo, quindi, per una come me che non rinuncia mai a truccarsi! Questo pratico sistema è adatto anche a chi utilizza le lenti a contatto, e siccome non va applicato direttamente nell’occhio può essere “condiviso” tra colleghi senza alcun problema! Corro a comprarlo e poi lo lascio sulla scrivania di Bianca, che soffre di secchezza oculare come me. Ti chiedi come fa a penetrare negli occhi se si spruzza Optical Lipomyst sulle palpebre? E’ presto detto: il liquido si mischia con quello presente sul margine palpebrale grazie al movimento ritmico e incessante di apertura e chiusura degli occhi. Il livello di idratazione oculare viene così ripristinato, e gli occhi tornano ad essere luminosi e riposati. I liposomi presenti nel prodotto alleviano i fastidiosi sintomi provocati dalla stanchezza e dalla secchezza oculare. Di questi disturbi soffriamo un po’ tutti, visto il tempo che dedichiamo al computer tra lavoro e svago! 

 

 

 

 

Articolo sponsorizzato