Home / Salute / creme abbronzanti: fanno male?

creme abbronzanti: fanno male?

Ciao a tutti, l’estate è vicina e ti stai chiedendo quali sono se le creme abbronzanti che fanno male e quelle più affidabili e sicure? Vorresti avere qualche “dritta” per riconoscere i prodotti solari migliori che proteggano la tua pelle donandole un colorito dorato da fare invidia? Il primo consiglio che mi sento di darti, anche sulla base di mia esperienza personale, è di non fidarti della pubblicità che propone un cosmetico promettendo risultati mai ottenuti fino ad ora.

Piuttosto, diventa un consumatore critico e consapevole e comincia ad informarti su quello che acquisti. L’etichetta del prodotto solare, come le etichette di qualsiasi altro prodotto (alimentare e non) va letto con attenzione, individuando sia gli ingredienti che la data di scadenza.

Quando le creme abbronzanti fanno male? Quando la crema solare scade può essere utilizzata come semplice idratante dopo sole, visto che ha perso i suoi principi “coloranti”. Le creme abbronzanti, se scelte con criterio rispetto alla propria tipologia di pelle, non fanno male, ma bisogna applicarle ogni mezz’ora circa all’inizio e poi ogni tre ore, e optare per quelle resistenti all’acqua, se ci si bagna spesso al mare o in piscina. Se non si spalmano uniformemente, possono provocare antiestetiche chiazze o striature.

Fai attenzione alle creme solari che hanno un costo contenuto, poiché forse non contengono filtri solari e quindi non proteggono dai raggi ultravioletti più dannosi. Alcuni cosmetici solari potrebbero macchiare i vestiti, se vengono in contatto con il sudore o l’acqua. Un altro consiglio valido è di applicare la crema prima di scendere in spiaggia, in modo da farla penetrare in profondità. Come è facile prevedere, l’abuso di creme solari fa male.

L’assorbimento di filtri chimici potrebbe avere ripercussioni sull’organismo, aumentando il livello di tossicità. Uno degli effetti più dannosi è quello tipico degli ormoni estrogeni che si manifesta con alterazioni del ciclo mestruale nella donna, diminuzione della libido nell’uomo, aumento di peso, tensione mammaria. L’abuso nell’utilizzo di prodotti solari può determinare la formazione di irritazioni e dermatiti in alcune particolari zone del corpo.

Altra conseguenza dei filtri chimici contenuti nella maggior parte delle creme abbronzanti in commercio è che sono inquinanti per le acque del mare. Gli ecologisti quindi avvertono: spalmarsi la crema solare e poi dopo un po’ tuffarsi in acqua significa inquinare il mare più volte durante la giornata.