Home / Salute / come pettinare i capelli

come pettinare i capelli

Amiche…come pettinare i capelli? I capelli sono un cruccio quotidiano perché non mantengono la piega e sono indisciplinati? Siete sicure di trattarli nella maniera giusta? Spesso la bellezza e la consistenza della capigliatura può dipendere anche da come la si pettina. Pettinare i capelli non è un atto inconsapevole e privo di effetti e conseguenze: deve essere eseguito con cura e attenzione, tenendo conto della qualità dei capelli.

Ecco qualche consiglio per pettinare i capelli in modo che siano sempre perfettamente a posto.

1) Se avete capelli lisci e volete che mantengano la piega per tutto il giorno, dovete fare attenzione alla lisciatura, da eseguire ciocca per ciocca prima con il phon, poi con la piastra (da passare soprattutto sulle punte). Dopo la shampoo è utile applicare un balsamo, da risciacquare accuratamente, oppure una crema lisciante specifica. Per intensificare l’effetto lisciante è consigliabile utilizzare una spazzola tonda oppure un phon con spazzola incorporata;

2) I capelli lisci devono esser pettinati con cura prima di andare a letto (le nostre nonne raccomandavano “cento colpi di spazzola”) e al mattino appena sveglie, per evitare la formazione di nodi. Per volumizzare i capelli lisci asciugateli a testa in giù tamponando dalle radici alle punte. Utilizzate la piastra con moderazione, perché tende a seccare le punte;

3) Per domare i capelli ricci, che a volte sono davvero indisciplinati e difficili da tenere a bada, si può utilizzare un pettine a denti larghi, preferibilmente a forma di tridente. I capelli ricci hanno spesso bisogno di essere districati, quindi è preferibile utilizzare uno shampoo specifico, un balsamo da applicare sulle punte, una crema nutriente e rivitalizzante. Prima di passare all’asciugatura, si può scegliere tra un gel leggero o una spuma per mantenere la piega.

4) Per i capelli che si increspano facilmente (sia lisci che ricci) è meglio non utilizzare spazzole o pettini, forse è più opportuno trattare la capigliatura con le dita. Se proprio volete utilizzare il pettine, meglio optare per uno in legno e con i denti larghi. Anche i pettini in ceramica sono abbastanza buoni: la ceramica è un materiale antistatico, quindi non si rischia il fastidioso effetto elettrico.

I capelli devono essere trattati con dolcezza, utilizzando lo shampoo specifico per ogni tipologia, il balsamo per ammorbidire le punte, le maschere rivitalizzanti da tenere in posa una volta alla settimana, avendo cura di risciacquare il composto con molta cura e attenzione. Purtroppo oggi si tende ad utilizzare prodotti per capelli generici e aggressivi, che tendono ad aumentare i problemi di grasso del cuoio capelluto, oppure al contrario intensificano la secchezza delle punte.

Pettinare i capelli con spazzole dalle setole rovinate o non adatte rischia di rovinare i capelli, che potrebbero spezzarsi facilmente. Inoltre, pettinare i capelli senza dolcezza stimola la formazione di doppie punte, un fastidioso e antiestetico problema che colpisce soprattutto i capelli sottili e fragili.