Home / Salute / come depilarsi con la cera d’api

come depilarsi con la cera d’api

Volete depilarvi in modo del tutto naturale e avere una pelle perfettamente liscia? Conoscete le mille proprietà della cera d’api? In questo post vi spiegherò come utilizzare questo ingrediente  per ottenere una depilazione accurata e delicata, adatta anche alle pelli più sensibili. Dunque, amiche, cominciamo con il preparare l’epidermide alla depilazione, che rappresenta comunque un momento traumatico, soprattutto quando viene effettuata con lo strappo della ceretta.

come depilarsi con la cera d’api:

Prima di procedere alla depilazione, effettuate uno scrub per idratare i peli ed eliminare le cellule morte. Dopo aver asciugato l’epidermide, applicate un po’ di acqua di rose sulla zona da depilare, così la pelle sarà meno provata dallo strappo. Per preparare una ceretta delicata e lenitiva vi occorrono questi ingredienti (li trovate in erboristeria): olio essenziale di lavanda, cera d’api in grani, acqua distillata di “hamamelis virginiana”, olio di mandorle dolci. A bagnomaria fondete 100 grammi di cera d’api e aggiungete 2 o 3 gocce di olio essenziale di lavanda.

Nella cera di api che avrete provveduto a fondere immergete una striscia per ceretta, applicatela sulla parte da trattare e strappate via i peli con decisione. Togliete i residui che restano sulla pelle con un po’ di olio di mandorle dolci, poi applicate l’acqua di hamamelis e dopo ancora qualche goccia di olio di mandorle dolci. Con questi ingredienti la pelle sarà visibilmente idratata e nutrita in profondità.

come depilarsi con la cera d’api:

Scegliere la cera d’api per la depilazione è l’ideale per chi ha una pelle molto sensibile, ma non solo. Grazie alle proprietà nutritive di questo ingrediente e dell’olio di mandorle dolci i peli vengono eliminati senza provocare alcuna irritazione alla pelle.

Ci sono alcune cerette che contengono sostanze che irritano la pelle e possono provocare infiammazioni anche di una certa entità (soprattutto nelle zone del corpo più delicate, come ascelle e inguine). E’ importante scegliere il tipo di depilazione che rispetti la pelle e che non lasci fastidiose tracce. In genere una ceretta, se fatta bene, può durare circa tre settimane, per questo è il metodo di depilazione più utilizzato dalle donne.

Per far sì che la ceretta abbia risultati soddisfacenti e duraturi i peli devono essere abbastanza lunghi, in modo da poter essere strappati con facilità. La ceretta a strappo è in grado di eliminare il pelo fin dalla radice, quindi non c’è il rischio che rimangano fastidiosi e antiestetici peletti che pungono o fuoriescono dai collant.

Per fare la ceretta bisogna avere un minimo di praticità ed esperienza, soprattutto nell’effettuare in maniera decisa lo strappo. Se vi rendete conto di essere poco pratiche, affidatevi alle mani esperte di un’estetista, alla quale potrete comunque proporre l’utilizzo di una ceretta ottenuta con gli ingredienti naturali al 100%.

Se ci tenete alla salute e alla bellezza della pelle, evitate il più possibile prodotti a base di sostanze chimiche ed irritanti: anche la depilazione va fatta nella maniera giusta e con i prodotti giusti. Che ne pensate?