Home / Salute / calcoli renali, cura e sintomi

calcoli renali, cura e sintomi

Avete idea di cosa siano i calcoli renali e come si curano? Pensate di soffrirne e volete capire quali sono i sintomi di questo disturbo che provoca dolore e altre spiacevoli conseguenze? Seguitemi in questo post nel quale cercherò di descrivere la Cura e la sintomatologia dei Calcoli renali.

Innanzitutto chiariamo cosa sono i calcoli renali e come si formano. Si tratta di agglomerati composti da alcune sostanze presenti nei reni, come l’acido urico e il calcio. In genere si formano nella zona centrale del rene, dove si depositano anche le urine prima di essere convogliate nell’uretere, per poi raggiungere da qui la vescica. In genere i calcoli di piccole dimensioni vengono eliminati insieme all’urina senza alcuna conseguenza. Quelli più grandi, invece, passando nella vescica, causano fastidio e dolore e potrebbero anche bloccare il flusso delle urine.

Se il calcolo è grande quanto una palla da golf rischia di restare intrappolato all’interno del rene e causare problemi anche piuttosto gravi. In genere soffrono di calcoli gli uomini di età adulta e gli abitanti delle zone più calde. I calcoli renali possono presentare recidive, per questo è fondamentale valutare bene quale sia la causa della loro formazione, prima ancora di passare alla terapia e alla cura.

Una tipologia di calcoli renali, meno diffusa degli altri,  provocata da un’infezione delle vie urinarie, è quella dei calcoli infettivi. Anche i calcoli di cistina e quelli da acido urico sono poco comuni.

Quali sono i sintomi dei calcoli renali da riferire immediatamente al medico? Sappiate che una visita specialistica è indispensabile per una corretta diagnosi ed il relativo trattamento. Ecco i principali sintomi dei calcoli renali: vomito, nausea, febbre, brividi di freddo, dolore acuto che coinvolge il fianco e l’inguine, difficoltà ad urinare o dolore mentre si urina, sangue nelle urine.

Le cause dei calcoli renali sono sconosciute nella maggior parte dei casi, pare ci sia una certa predisposizione familiare oppure il soffrire di alcune patologie come malattie intestinali, gotta e disfunzioni urinarie può favorire la comparsa di calcoli renali. Altri fattori che potrebbero causare la formazione di calcoli renali sono la carenza di magnesio e vitamina B6 e una quantità eccessiva di vitamina D.

sintomi dei calcoli renali sono simili a quelli di altre patologie, per cui è opportuno che il medico indaghi con attenzione per effettuare una diagnosi corretta e prescrivere la terapia più adatta. Spesso i calcoli silenti, che non si manifestano attraverso sintomi specifici e non provocano coliche renali, possono essere individuati soltanto con una radiografia o una ecografia.

In genere i calcoli vengono espulsi da soli dopo aver seguito una terapia che prevede il consumo di molti liquidi e l’utilizzo di analgesici all’occorrenza.

Per prevenire la formazione di calcoli renali è necessario adottare uno stile di vita sano e corretto, bevendo maggiori quantità di acqua durante la giornata ed evitando alimenti che contengono grosse quantità di calcio.