Home / Beauty / La postura e i gesti esprimono la nostra personalità

La postura e i gesti esprimono la nostra personalità

La postura e i gesti esprimono la nostra personalità

La postura e i gesti esprimono le nostre più intime emozioni

Il nostro corpo non serve solo all’azione, a compiere gesti e movimenti. Esso è lo specchio di ciò che siamo, di quello che ci portiamo dentro, delle emozioni che spesso teniamo nascoste anche a noi stessi, perché ci destabilizzano e ci creano confusione.Ma il corpo tradisce le emozioni. Avete mai osservato il volto di chi cerca di rimanere impassibile, mentre sta provando una grande gioia o un intenso dolore? Di certo il movimento degli occhi o l’atteggiamento delle labbra sono rivelatori di ciò che sta provando. Il corpo, secondo le dottrine orientali, è diviso in due parti.

La parte destra è quella caratterizzata dagli aspetti “maschili” come la razionalità, il controllo, l’autorità, l’aggressività. La parte sinistra è invece associata agli aspetti “femminili” del carattere: l’intuito, la creatività, la passività, l’emotività. La metà inferiore del corpo è quella a contatto con la terra. Dovrebbe quindi essere la parte più statica ed equilibrata.

La metà superiore invece rispecchia in genere l’immagine che abbiamo di noi stessi. Questa parte esprime i sentimenti più autentici dell’uomo, quali la felicità, l’amore, la tristezza. Nella parte posteriore del corpo releghiamo invece le emozioni più “scomode” come la pura, l’odio e la rabbia.

Vediamo quali sono i “segnali” che il corpo ci manda e che dobbiamo essere pronti a cogliere per conoscere meglio noi stessi e gli altri. Le gambe esprimono il modo in cui ci “facciamo strada” nella vita. Le gambe forti e massicce sono tipiche di chi ha imparato a dominare le pulsioni e le emozioni, fino ad irrigidirsi. Gambe deboli appartengono a persone insicure e che hanno sempre bisogno di conferme.

Se il busto è troppo rigido, significa che ci siamo costruiti una corazza per difenderci dalle emozioni. I piedi e la gambe ci dicono in che modo affrontiamo le situazioni della vita. Chi spinge il peso sui talloni di solito è un individuo che si fa trascinare dagli eventi della vita, senza prendere una posizione netta.

Chi tende a camminare sulla punta delle dita è in genere una persona che non è sicuro del posto che vuole occupare nel mondo, e teme sempre di disturbare gli altri. Badiamo alla flessibilità di ginocchia e caviglie. Se sono troppo rigide significa che dobbiamo risolvere dei conflitti dentro e fuori di noi.

Le spalle rialzate esprimono paura, quelle curve sono tipiche di chi in genere si assume troppe responsabilità, e poi ha paura di non riuscire ad assolverle.

Le spalle quadrate indicano sicurezza in se stessi e nelle proprie capacità. E che cosa può significare un blocco alla gola che ci prende ogni tanto? Forse che stiamo reprimendo ciò che vogliamo veramente, e il nostro urlo si spegne in gola?!

Attenzione anche al viso di chi ci parla. Il vecchio adagio “gli cocchi sono lo specchio dell’anima” non sbaglia quasi mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.