Home / Beauty / Huggies Pull Ups: dal pannolino alla mutandina

Huggies Pull Ups: dal pannolino alla mutandina

Huggies Pull Ups: dal pannolino alla mutandina

C’è un periodo particolare dei bimbi, intorno ai tre anni, in cui si comincia ad abituarli a lasciare i pannolini e indossare la mutandina. Non è facile, anzi! Capita spesso che i piccoli, non ancora avvezzi a fare la pipì nel water o nel vasino, la facciano dove capita con grande rammarico della mamma! Huggies ha pensato di aiutare le mamme nel difficile momento dello “spannolinamento“, con i pannolini “Pull-Ups“.

In realtà, più che di pannolini, si tratta di “mutandine di emergenza”, molto utili da utilizzare per evitare le fuoriuscite di pipì impreviste. Le ho viste indossare alla mia nipotina Ylenia, di tre anni, e lei è molto contenta, perchè sono colorate e comode. Huggies infatti ha pensato bene di rendere questi pannolini belli da vedere e facili da utilizzare.

I decori presenti sulla mutandina sono diversi (ci sono le versioni per maschietti e quelle per femminucce), e scompaiono nel momento in cui si bagnano. In tal modo i bimbi riescono a capire più facilmente la differenza tra l’asciutto ed il bagnato. La nipotina Ylenia, per esempio, indossava un pannolino con i decori delle principesse di Disney.

La fascia elastica della mutandina si può staccare e riattaccare come si vuole, ma è consigliabile abbassarla come una vera e propria mutandina.

Ci sono poi due elastici, uno interno (che aderisce alle gambe), ed uno esterno che finisce con una sorta di arricciatura. Niente fastidi per il piccolo, le mutandine sono molto comode e pratiche.

Per evitare le fuoriuscite è stato previsto un doppio elastico, che fornisce una barriera protettiva sicura. Consiglio a tutte le mamme che si trovano a dover affrontare il periodo dello “spannolinamento” dei loro piccoli di acquistare i pannolini Huggies.

Sul sito è possibile anche trovare consigli di alcuni esperti per affrontare al meglio le eventuali difficoltà del piccolo ad abituarsi al vasino o al water. In bocca al lupo a tutte!

 

Articolo sponsorizzato

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.