Home / Salute / Fertilità e Cattive Abitudini

Fertilità e Cattive Abitudini

Ciao amici, vi chiedete perché aumentano sempre di più i casi di infertilità e difficoltà di concepimento nelle coppie? Perché, secondo voi, è più difficile oggi restare incinta o portare a termine una gravidanza? Un recente studio francese risponde a queste domande, mettendo in risalto quello che è noto già da un po’ di tempo a questa parte. A differenza dei nostri genitori, che conducevano una vita piuttosto sana e regolare, noi oggi siamo sempre stressati e abbiamo uno stile di vita disordinato e caotico. Per non parlare delle cattive abitudini, che influiscono sullo stato di salute psico-fisico e quindi anche sulla fertilità.

In genere si ritiene che una coppia abbia problemi di fertilità se dopo un anno di rapporti sessuali completi senza contraccezione non riesce ancora a concepire un figlio. Dallo studio francese compiuto presso la Clinique La Muette di Parigi è emerso che tutti i partecipanti alla ricerca con problemi di fertilità in realtà consumano alcol, sigarette e cannabis in maniera superiore alla norma. Ciò vuol dire, in pratica, che l’influenza ambientale sulla fertilità è altissima, e cambiando le abitudini scorrette si può migliorare la situazione.

I pazienti monitorati durante lo studio francese, cambiano le abitudini di vita che incidono negativamente sulla fertilità, dopo circa sei mesi hanno notato un aumento delle gravidanze spontanee. In particolare la fertilità maschile è compromessa dal sovrappeso, da una dieta troppo ricca di carboidrati e zuccheri, dalla sedentarietà, dal consumo di bevande alcoliche e sigarette, dal consumo di alimenti contenenti metalli pesanti e dall’esposizione ai pesticidi.

Se si hanno problemi di fertilità, il primo consiglio da seguire è smettere di fumare: pare che la nicotina e altre sostanze contenute nel tabacco inficino la qualità del liquido seminale. A seconda dei casi e delle esigenze, il medico specialista può prescrivere dei farmaci (sembra che si ottengano risultati efficaci con l’uso di coenzima Q10, testosterone, gonadotropine).

Prima di ricorrere a tecniche di fecondazione artificiale, provate ad eliminare le cattive abitudini e a fare una vita più in sintonia con la natura. Quante donne non riescono a concepire perché stressate dal lavoro? Provate a staccare la spina e a ritagliare del tempo da dedicare a voi stesse e al partner. Anche la fertilità ha bisogno di essere stimolata nella maniera più naturale possibile.