Sessuologia – news.infofarma.it http://news.infofarma.it Salute e Benessere Mon, 11 Sep 2017 20:51:40 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.0.3 Predictor Fertility http://news.infofarma.it/predictor-fertility/ http://news.infofarma.it/predictor-fertility/#respond Tue, 16 Oct 2012 16:43:14 +0000 http://news.infofarma.it/?p=5048 Diventare genitori è una meravigliosa esperienza da affrontare in due, ma spesso il raggiungimento dell’obiettivo richiede più tempo e pazienza del previsto. Se i tempi si allungano e la gravidanza non arriva, potrebbero crearsi spiacevoli situazioni di stress e disagio all’interno della coppia. Il concepimento è un processo naturale, certo, ma può essere influenzato da …

L'articolo Predictor Fertility proviene da news.infofarma.it.

]]>

Diventare genitori è una meravigliosa esperienza da affrontare in due, ma spesso il raggiungimento dell’obiettivo richiede più tempo e pazienza del previsto.

Se i tempi si allungano e la gravidanza non arriva, potrebbero crearsi spiacevoli situazioni di stress e disagio all’interno della coppia. Il concepimento è un processo naturale, certo, ma può essere influenzato da una serie di circostanze esterne che lo rimandano o lo rendono particolarmente difficoltoso.

Non è però il caso di farsi prendere dall’ansia e ledere l’armonia di coppia. Piuttosto bisogna restare calmi e uniti e cercare insieme una soluzione che faccia stare bene entrambi, senza colpire la reciproca autostima.

Se ci si rende conto di avere difficoltà nel concepire un bimbo, e si cercano risposte veloci ma attendibili (prima di recarsi dal medico per avere consigli più specifici), può essere utile il Test di fertilità maschile o femminile “Predictor Fertility“.

Si tratta di un praticissimo sistema, simile ad un test di gravidanza, che rileva il livello di fertilità dell’uomo e della donna, basandosi sui principali indicatori della fertilità stessa. Per l’uomo viene valutata la concentrazione di sperma, per le donne quella di ormone follicolostimolante: se i valori sono inferiori ai rispettivi livelli di riferimento è bene consultare uno specialista per un’ analisi più approfondita.

Per molte coppie parlare dei problemi di fertilità viene vissuto con un certo imbarazzo, per questo utilizzare un test affidabile da fare a casa propria è l’ideale, anche in termini di riservatezza.

La fertilità dell’uomo e della donna è condizionata da fattori diversi: nell’uomo, in genere, il problema è legato al numero degli spermatozoi, mentre nella donna la minore quantità di uno specifico ormone può creare problemi al momento in cui avviene il concepimento.

Capire quali possono essere le cause è già un passo importante per la risoluzione del problema, che potrebbe richiedere l’intervento di metodi più incisivi, quali l’inseminazione artificiale.

Esistono tuttavia metodi del tutto naturali per massimizzare la fertilità, sia maschile, che femminile: si tratta di comportamenti quotidiani che mirano a riportare il rapporto sessuale in un ambiente rilassato e privo di conflitti, che spesso per la vita frenetica che conduciamo vengono trascurati o messi in secondo piano.

Lo sapevi, per esempio, che fare l’amore in determinate posizioni favorisce il concepimento? O che il sovrappeso può incidere negativamente sulle chances di concepimento?

Mettersi a dieta oppure consumare cibi più sani aiuta a stare meglio e quindi ad aumentare le possibilità di mettere al mondo un bambino.

E’ importante recuperare la naturalezza e la spontaneità del sesso, senza relegarlo ad un atto dovuto.

Allontanando lo stress, forse diventa più facile rimanere incinta senza problemi.

Articolo sponsorizzato

L'articolo Predictor Fertility proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/predictor-fertility/feed/ 0
I cibi che aiutano l’eros http://news.infofarma.it/i-cibi-che-aiutano-leros/ http://news.infofarma.it/i-cibi-che-aiutano-leros/#respond Mon, 28 May 2012 13:28:08 +0000 http://news.infofarma.it/?p=4813 Couple Eating a StrawberryIl binomio cibo/sesso è piuttosto radicato nella nostra cultura occidentale, ma non solo. Anche in Oriente, da sempre, si conoscono alcuni alimenti che favoriscono una migliore intesa sessuale. Vediamo quali sono i cibi afrodisiaci più noti ed efficaci per stimolare il desiderio di coppia. Il peperoncino è una spezia dalle spiccate proprietà afrodisiache, in quanto …

L'articolo I cibi che aiutano l’eros proviene da news.infofarma.it.

]]>
Il binomio cibo/sesso è piuttosto radicato nella nostra cultura occidentale, ma non solo. Anche in Oriente, da sempre, si conoscono alcuni alimenti che favoriscono una migliore intesa sessuale. Vediamo quali sono i cibi afrodisiaci più noti ed efficaci per stimolare il desiderio di coppia.

Il peperoncino è una spezia dalle spiccate proprietà afrodisiache, in quanto contiene sostanze in grado di favorire la vasodilatazione, e di conseguenza l’afflusso di sangue verso gli organi genitali. Più di altri alimenti, il peperoncino è afrodisiaco per eccellenza: a stabilirlo ci sono studi scientifici di tutto rispetto.

I frutti di mare sono noti fin dall’antichità per la loro capacità di stimolare il desiderio sessuale. Già i Romani, infatti, ne esaltavano le proprietà afrodisiache, insieme ad altre sostanze nutrienti in essi contenute, come i sali minerali. Bisogna comunque consumarli con moderazione, soprattutto se si soffre di colesterolo alto.

L’avocado è un frutto ricco di potassio e vitamina B6, sostanze che regolano la funzionalità della tiroide femminile e aumentano la produzione di ormoni maschili.

Il caviale è un alimento ricco di zinco, un minerale che aumenta la produzione dello sperma.

Le ostriche aiutano a produrre l’ormone maschile per eccellenza, il testosterone, la cui presenza, però, favorisce anche il desiderio femminile.

La banana è indispensabile per la produzione di ormoni maschili, poiché contiene una discreta quantità di vitamina B e potassio. La tradizione popolare associa questo frutto al sesso a causa della sua forma particolare che ricorda quella del membro maschile.

La radice di zenzero stimola la circolazione e quindi aumenta anche la libido: può essere consumata cotta, cruda o cristallizzata.

Lo champagne provoca lo stesso effetto eccitante dell’alcol in generale, allentando le tensioni e stimolando la risposta sessuale.

Il cioccolato è ricco di sostanze eccitanti come la feniletilamina e la teobromina, e contiene antiossidanti che ritardano il processo di invecchiamento in generale. Gli Aztechi lo chiamavano il “cibo degli Dei” proprio per le sue proprietà benefiche anche sulla libido.

L'articolo I cibi che aiutano l’eros proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/i-cibi-che-aiutano-leros/feed/ 0
Eiaculazione precoce: quali sono le cause fisiche che la determinano? http://news.infofarma.it/eiaculazione-precoce-quali-sono-le-cause-fisiche-che-la-determinano/ http://news.infofarma.it/eiaculazione-precoce-quali-sono-le-cause-fisiche-che-la-determinano/#respond Wed, 16 May 2012 13:05:32 +0000 http://news.infofarma.it/?p=4772 L’eiaculazione precoce è una patologia davvero molto comune, che interessa più uomini di quel che si possa pensare. Questa patologia in termini medici è definita come l’impossibilità da parte dell’uomo di esercitare un controllo volontario sul proprio riflesso eiaculatorio. Questo si traduce quindi automaticamente nell’impossibilità di avere un rapporto sessuale sufficientemente duraturo e appagante sia …

L'articolo Eiaculazione precoce: quali sono le cause fisiche che la determinano? proviene da news.infofarma.it.

]]>
L’eiaculazione precoce è una patologia davvero molto comune, che interessa più uomini di quel che si possa pensare. Questa patologia in termini medici è definita come l’impossibilità da parte dell’uomo di esercitare un controllo volontario sul proprio riflesso eiaculatorio. Questo si traduce quindi automaticamente nell’impossibilità di avere un rapporto sessuale sufficientemente duraturo e appagante sia per sé che per la propria partner. Questa disfunzione è una problematica in cui il processo di studio dei ricercatori è ancora lontano dalla piena comprensione dei fattori che la generano.

Gli studi in questa direzione anche attualmente procedono, ma nonostante molto si è fatto e molto si stia ancora adesso facendo, sono ancora numerose le aree grigie che necessitano di maggiori indagini e approfondimenti. Quello che è stato accertato è che non lascia ombra di dubbio è che esistono molte possibili cause alla base dell’ eiaculazione precoce nell’uomo. Queste cause sono di natura diversa: alcune di esse sono di natura fisica, altre cause sono di natura psicologiche ed infine altre ancora sono di carattere ereditario.

Quello che adesso cerchiamo di fare è proprio di scoprire quali sono i fattori che più frequentemente determinano questo disturbo nell’ambito delle cause fisiche: vi sono infatti diversi problemi e condizioni che possono essere alla base dell’eiaculazione precoce.

Questi sono:

  • Problemi della prostata– E’ stato accertato che la prostata contribuisce alla composizione del liquido seminale nell’uomo. Pertanto, l’eiaculazione precoce si verifica proprio in concomitanza con questo problema, quando un uomo soffre di cancro o di ingrossamento della prostata.
  • Ipersensibilità– Si tratta di una delle cause più comuni dell’eiaculazione precoce. Sono infatti molti gli uomini che soffrono di un eccesso di sensibilità del pene, e che quindi sono al contempo anche incapaci di controllare i muscoli della regione pelvica.
  • Disfunzioni della tiroide– La tiroide è responsabile della produzione di specifici ormoni nel corpo. Quando la tiroide non regola correttamente queste funzioni, essa può rappresentare una delle possibili cause fisiche dell’ eiaculazione precoce nell’uomo.
  • Diabete e ipertensione– Le malattie che incidono negativamente sulla circolazione sanguigna sono tra le principali cause fisiche che generano questa disfunzione. Pertanto, diabete e ipertensione determinano la consistenza del sangue nell’uomo, con possibili conseguenze sul processo di eiaculazione.
  • Lesioni del midollo spinale– Anche le lesioni spinali si annoverano tra le cause di natura fisica. Queste, provocando problemi al sistema neurologico, fanno in modo che lo stesso sistema neurologico non sia più in grado di regolare in maniera efficace il processo eiaculatorio.
  • Uso e abuso di farmaci e alcol– Alcuni farmaci, come gli antidepressivi, possono risultare una delle cause fisiche dell’ eiaculazione precoce. In che modo? Alterando lo stato mentale di un uomo oppure, in altri casi impedendogli di essere fisicamente in grado di controllare l’ eiaculazione. Ma c’è anche da dire che alcuni farmaci antidepressivi, pur non essendo stati commercializzati per la cura dell’ eiaculazione precoce, possono invece aiutare gli uomini a prolungare la durata dei rapporti sessuali. Anche l’abuso di alcol è una delle cause più frequenti dell’eiaculazione precoce nell’uomo.

L'articolo Eiaculazione precoce: quali sono le cause fisiche che la determinano? proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/eiaculazione-precoce-quali-sono-le-cause-fisiche-che-la-determinano/feed/ 0
Il punto G esiste davvero? http://news.infofarma.it/il-punto-g-esiste-davvero/ http://news.infofarma.it/il-punto-g-esiste-davvero/#respond Sun, 25 Mar 2012 08:41:04 +0000 http://news.infofarma.it/?p=4623 puntog2Il dubbio amletico che incuriosisce uomini e donne è se esista o meno il “punto G”, un’area della vagina particolarmente delicata, identificata per la prima volta dal ginecologo tedesco Ernest Grafenberg nel 1950. Dopo di lui numerosi medici hanno condotto diverse ricerche per avvalorare la tesi che il punto G esiste, oppure al contrario, che …

L'articolo Il punto G esiste davvero? proviene da news.infofarma.it.

]]>
Il punto G esiste davvero? - dove si trovaIl dubbio amletico che incuriosisce uomini e donne è se esista o meno il “punto G”, un’area della vagina particolarmente delicata, identificata per la prima volta dal ginecologo tedesco Ernest Grafenberg nel 1950. Dopo di lui numerosi medici hanno condotto diverse ricerche per avvalorare la tesi che il punto G esiste, oppure al contrario, che si tratta di una invenzione bella e buona.

Il mito del “punto G” è cresciuto negli anni Settanta, in concomitanza con il movimento di liberazione sessuale della donna, ed è stato alimentato da motivazioni sociologiche. Nel 2009 una studiosa statunitense, Andrea Virginia Burri, ha studiato il problema dal punto di vista fisiologico e strettamente anatomico, arrivando alla conclusione che il “punto G” non esiste.

Successivamente, nel 2011, la sessuologa americana Beverly Whipple ha definito questa ricerca piuttosto lacunosa, integrandola di nuovi elementi a favore della tesi contraria. In Italia si è occupato di questo argomento il professor Emmanuele A. Jannini. Gli studi da lui compiuti proverebbero che il “punto G” non solo esiste, ma che la donna può raggiungere l’orgasmo con la stimolazione di questa particolare zona anatomica.

I risultati delle autopsie effettuate su questa zona rilevano la presenza di tale struttura anatomica e funzionale complessa, situata tra la vagina e l’uretra, ed è variabile da donna a donna. In pratica il “punto G” è una ghiandola chiamata prostata femminile, composta da terminazioni nervose, vasi cavernosi e muscoli simili a quelli del pene maschile.

Sulla rivista “Journal of sexual medicine” il professor Jannini ha pubblicato una “fotografia” del “punto G”, un’ecografia trans vaginale che rileva la presenza di questa zona sensibile dell’organo sessuale femminile. Anticamente il punto G veniva denominato “punto del sole”, perché determinante per il piacere femminile. Si trovano tracce di questo argomento nella cultura orientale, mentre in Occidente se ne comincia a parlare a partire dal 1950. Molte donne testimoniano che una corretta stimolazione del punto G, una volta individuato all’ingresso della vagina, provocherebbe orgasmi molto intensi, aumentando il piacere sessuale durante il rapporto.

Naturalmente tutto dipende dall’affinità sessuale tra i partners e dalla compatibilità anatomica. Il piacere sessuale prescinde dalla presenza o meno del “punto G”, che è un punto erogeno come tanti altri, ma individuarlo è importante per indirizzare il partner alla scoperta di esso e raggiungere un coinvolgimento più intenso.

L'articolo Il punto G esiste davvero? proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/il-punto-g-esiste-davvero/feed/ 0
Rimedi contro il calo del desiderio http://news.infofarma.it/rimedi-contro-il-calo-del-desiderio/ http://news.infofarma.it/rimedi-contro-il-calo-del-desiderio/#respond Thu, 15 Mar 2012 07:11:12 +0000 http://news.infofarma.it/?p=4606 Rimedi contro il calo del desiderioLa pulsione sessuale regredisce con l’avanzare degli anni. Il calo del desiderio, che colpisce soprattutto le coppie “stabili”, può dipendere da una concomitanza di fattori fisici e psicologici. Secondo alcuni studi, le prime defaillance in camera da letto fanno capolino già verso i 50-55 anni. Per molte persone, la pulsione sessuale che si manifesta in …

L'articolo Rimedi contro il calo del desiderio proviene da news.infofarma.it.

]]>
Rimedi contro il calo del desiderioLa pulsione sessuale regredisce con l’avanzare degli anni. Il calo del desiderio, che colpisce soprattutto le coppie “stabili”, può dipendere da una concomitanza di fattori fisici e psicologici. Secondo alcuni studi, le prime defaillance in camera da letto fanno capolino già verso i 50-55 anni. Per molte persone, la pulsione sessuale che si manifesta in età avanzata è un impulso da reprimere, una sensazione di cui vergognarsi, e questo finisce per condizionare il modo di vivere le relazioni.

Il desiderio sessuale nasce dalla mente: per raggiungere il piacere occorre lasciarsi andare a ricordi, immagini e fantasie, che stimolano la reazione fisica. L’ormone che stimola la libido sia negli uomini che nelle donne è il testosterone, che in entrambi i sessi comincia a diminuire dai trenta anni in poi. Se i livelli di testosterone sono inferiori alla norma, nella donna possono verificarsi episodi di fastidiosa secchezza vaginale, mentre l’uomo potrebbe incappare in problemi (episodici e di breve durata, oppure più gravi e ricorrenti) di erezione.

Questi disturbi possono essere evitati ricorrendo ad alcuni integratori, e se diventano frequenti con farmaci specifici. Ci sono poi alcuni rimedi naturali (privi di qualsiasi controindicazione) che, agendo direttamente sul sistema nervoso, aiutano a stimolare la libido “dormiente”. La pianta della “maca” è ideale per aumentare la quantità di spermatozoi; la “mucuna” è ottima in caso di eiaculazione precoce; la “rodiola” è efficace per placare l’ansia, aumentando i livelli di serotonina (l’ormone del benessere).

C’è inoltre un fungo cinese che cresce in Tibet, chiamato “cordyceps”, che viene chiamato “oro giallo” perché è costoso. Ma a quanto pare, è usato fin dal 200 a.C. dagli imperatori per ottenere prestazioni sessuali di un certo livello. Anche il ginseng aumenta la libido: quello “bianco” è adatto per curare l’astenia femminile, quello “rosso” aiuta a superare l’astenia negli uomini. Alcuni rimedi omeopatici sono altrettanto efficaci per affrontare il temuto calo del desiderio: sono molto utilizzati quelli a base di potassio, ed il “Sepia”, inchiostro di seppia seccato, triturato e poi diluito.

Gli erboristi consigliano invece alcune tisane ed infusi: mughetto, achillea e fieno greco servono a aumentare la pressione sanguigna e il tono dell’intero organismo, se consumati in infuso dopo i pasti. La floriterapia propone come rimedio per questo problema alcuni fiori di Bach, che agiscono sull’emotività. Particolarmente consigliati lo “cherry plum” per i casi di assenza di orgasmo e frigidità; il “Crab apple” per chi ha un senso di repulsione per il sesso; “Aspen” per chi ha l’ansia di prestazione; “Larch” per i casi di impotenza sessuale; “Impatiens” per chi soffre di eiaculazione precoce.

L'articolo Rimedi contro il calo del desiderio proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/rimedi-contro-il-calo-del-desiderio/feed/ 0
Soluzione Eiaculazione Precoce, Ritardare con i Consigli Cinesi http://news.infofarma.it/soluzione-eiaculazione-precoce-ritardare-con-i-consigli-cinesi/ http://news.infofarma.it/soluzione-eiaculazione-precoce-ritardare-con-i-consigli-cinesi/#comments Tue, 21 Feb 2012 15:58:43 +0000 http://news.infofarma.it/?p=4528 eiaculazione-precoceNel libro “Il Tao dell’Amore”, scritto da Jolan Chang, l’autore Wu Hsien inserisce alcune “dritte” per tenere sotto controllo l’orgasmo maschile ed evitare l’eiaculazione precoce. Si tratta di consigli antichi, ma a quanto pare sempre validi per chi desidera risolvere questo imbarazzante problema che può compromettere l’intimità. Vediamoli nel dettaglio. Prima di tutto, è bene …

L'articolo Soluzione Eiaculazione Precoce, Ritardare con i Consigli Cinesi proviene da news.infofarma.it.

]]>
Ritardare l’Eiaculazione, Consigli CinesiNel libro “Il Tao dell’Amore”, scritto da Jolan Chang, l’autore Wu Hsien inserisce alcune “dritte” per tenere sotto controllo l’orgasmo maschile ed evitare l’eiaculazione precoce. Si tratta di consigli antichi, ma a quanto pare sempre validi per chi desidera risolvere questo imbarazzante problema che può compromettere l’intimità. Vediamoli nel dettaglio.

Prima di tutto, è bene non farsi sopraffare dall’eccitazione. Per fare questo, sarebbe consigliabile avere le prime esperienze sessuali con partner non troppo avvenenti e che abbiano la vagina non molto stretta, per tenere meglio a bada l’eiaculazione. I principianti, ovvero coloro che sono alle prime armi nel sesso, devono riuscire a penetrare in maniera lenta per poi ritirarsi velocemente. Nella pratica, si comincia alternando tre spinte superficiali ad una più profonda, ripetendo tale modalità per almeno ottanta volte.

Se durante il rapporto sessuale ci si accorge di perdere il controllo dell’eiaculazione, è bene ritirare il pene e tenerlo in vagina solo la punta, aspettando che l’eccitazione si smorzi per poi continuare. Si può poi passare alla fase successiva, ossia cinque spinte superficiali alternate ad una più profonda. Le spinte possono essere portate fino a nove. Wu Sein suggerisce, inoltre, di avere pazienza e non forzare troppo i tempi. Il rimedio per l’eiaculazione precoce è anche l’esercizio fisico costante e graduale.

Solo così i risultati potranno essere permanenti nel tempo ed efficaci. A questi antichi consigli cinesi potrebbero aggiungersene altri più moderni, come la masturbazione prima dell’incontro o la preferenza per posizioni erotiche più comode. Per esempio, pare che quella con lui sotto e lei a cavalcioni sopra sia la migliore per chi soffre di eiaculazione precoce.

Inoltre, un altro elemento che influenza l’eiaculazione maschile è la scarsa frequenza nei rapporti. Meno si fa sesso, più veloce è il tempo in cui si giunge all’apice del piacere. Sarebbe auspicabile, infatti, che la vita sessuale sia regolare e appagante, senza troppi periodi di astinenza.

L'articolo Soluzione Eiaculazione Precoce, Ritardare con i Consigli Cinesi proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/soluzione-eiaculazione-precoce-ritardare-con-i-consigli-cinesi/feed/ 2
Che cos’è l’eiaculazione precoce http://news.infofarma.it/che-cose-leiaculazione-precoce/ http://news.infofarma.it/che-cose-leiaculazione-precoce/#respond Sat, 28 Jan 2012 08:30:45 +0000 http://news.infofarma.it/?p=2519 Schermata 2012-01-27 a 20Per “eiaculazione precoce” si intende il raggiungimento dell’orgasmo maschile nel giro di pochi minuti dall’inizio del rapporto sessuale: questo disturbo è causa di problemi nella coppia, perché la donna non riesce a provare soddisfazione e piacere durante l’atto sessuale. Si stima che un uomo su tre soffre di eiaculazione precoce, e ne subisce le conseguenze …

L'articolo Che cos’è l’eiaculazione precoce proviene da news.infofarma.it.

]]>
Che cos'è l'eiaculazione precocePer “eiaculazione precoce” si intende il raggiungimento dell’orgasmo maschile nel giro di pochi minuti dall’inizio del rapporto sessuale: questo disturbo è causa di problemi nella coppia, perché la donna non riesce a provare soddisfazione e piacere durante l’atto sessuale. Si stima che un uomo su tre soffre di eiaculazione precoce, e ne subisce le conseguenze di tipo psicologico: imbarazzo, vergogna, mortificazione nei riguardi della partner. Ci sono due tipologie di eiaculazione precoce: primaria e secondaria.

Quella primaria avviene dopo un circa un minuto di rapporto sessuale, e si accompagna ad un forte senso di insicurezza tra le lenzuola. La secondaria, invece, capita a sorpresa quando entrambi i partner non la desiderano: spesso gli uomini che soffrono di questa eiaculazione hanno avuto relazioni sessuali soddisfacenti alle spalle in passato. Ci sono persone più a rischio di altre, perché hanno già una disfunzione erettile, e quindi si affrettano a completare il rapporto per non perdere il “momento giusto”.

Lo stress è una delle cause frequenti dell’eiaculazione precoce, quindi è consigliabile tenerlo sotto controllo con esercizi di respirazione e tecniche specifiche (per esempio, il training autogeno), per porre Rimedio all’Eiaculazione Precoce. L’eiaculazione precoce è comunque una condizione curabile, basta seguire alcuni accorgimenti. Innanzitutto, bisogna individuare (anche con l’aiuto di un andrologo) quali sono i fattori scatenanti del problema. Poi, è fondamentale stabilire un obiettivo. Concentrandosi, è possibile decidere quanto far durare il rapporto e soddisfare la propria partner.

Mantenere una mentalità positiva senza cedere al pessimismo e alla rassegnazione è un altro punto importante. Per raggiungere l’obiettivo principale di combattere l’eiaculazione precoce si possono utilizzare metodi naturali quali: il controllo dell’eccitazione, dei muscoli, della respirazione. Inoltre è possibile “durare più a lungo” praticando delle specifiche posizioni durante l’atto sessuale. Altro segreto per tenere sotto controllo l’eiaculazione precoce consiste nel cambiare spesso posizione: alle donne questo piace molto!

Qualche esperto consiglia anche di praticare la masturbazione prima di avere un rapporto sessuale, poiché aiuta ad eliminare le tensioni accumulate ed arrivare all’incontro con la partner più tranquillo e rilassato. Inoltre, può essere utile indossare il profilattico, che riduce leggermente le sensazioni.Comunque, il sesso va vissuto come un’esperienza gratificante, e non come un dovere da adempiere: è importante, quindi, concentrasi sulle sensazioni che si provano durante il rapporto sessuale: l’odore, il sapore, le forme del corpo della partner.

L'articolo Che cos’è l’eiaculazione precoce proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/che-cose-leiaculazione-precoce/feed/ 0
Rimedio Eiaculazione Precoce, le Cause più Frequenti http://news.infofarma.it/eiaculazione-precoce-le-cause-piu-frequenti/ http://news.infofarma.it/eiaculazione-precoce-le-cause-piu-frequenti/#respond Sat, 28 Jan 2012 08:30:25 +0000 http://news.infofarma.it/?p=566 Eiaculazione precoce, le cause più frequentiChi soffre di eiaculazione precoce si sente frustato, imbarazzato, inadeguato nei confronti della partner. Piuttosto che abbattersi, è necessario cercare di capire quali sono le ragioni di tale condizione, per poterla affrontare e risolvere nel migliore dei modi. Le cause più diffuse di eiaculazione precoce si possono così riassumere: stile di vita disordinato e stressante, …

L'articolo Rimedio Eiaculazione Precoce, le Cause più Frequenti proviene da news.infofarma.it.

]]>
Rimedio Eiaculazione Precoce, le Cause più FrequentiChi soffre di eiaculazione precoce si sente frustato, imbarazzato, inadeguato nei confronti della partner. Piuttosto che abbattersi, è necessario cercare di capire quali sono le ragioni di tale condizione, per poterla affrontare e risolvere nel migliore dei modi. Le cause più diffuse di eiaculazione precoce si possono così riassumere: stile di vita disordinato e stressante, mancanza di esercizio fisico e alimentazione poco corretta e ricca di grassi (che provoca un maggior consumo di energia disponibile per l’organismo).

Il problema dell’ eiaculazione precoce, che riguarda tantissimi uomini, può derivare da un sistema nervoso facilmente eccitabile che non riesce ad esercitare il dovuto controllo, o da un pene troppo sensibile. In genere l’eiaculazione precoce si manifesta durante la giovinezza, ed è dovuto all’inesperienza in campo sessuale: quindi con il tempo le prestazioni tendono a migliorare. Quando invece il problema dell’ eiaculazione precoce affonda le sue radici nella mentalità dell’uomo, che considera il sesso una forma di piacere piuttosto che di riproduzione, e di conseguenza non si preoccupa dei “tempi” di un rapporto sessuale, è più difficile risolvere il problema, che diventa quindi “genetico”.

In questo caso tocca alla partner “educare” con dolcezza e sensibilità il proprio compagno a rispettare i tempi e le esigenze durante l’intimità. Se i tempi di durata del rapporto sessuale, pur essendo brevi, non incidono sulla qualità di esso e sulla soddisfazione della partner, non occorre andare dal medico, e pur trattandosi di eiaculazione precoce non vi è necessità di cura. Ognuno vive il sesso con i propri tempi e le esigenze personali, l’importante è non accumulare insicurezza e frustrazione per le eiaculazioni precoci.

Le donne hanno tempi variabili nel raggiungere il piacere: alcune raggiungono l’orgasmo in pochi minuti, altre vanno stimolate con i preliminari, altre ancora hanno bisogno di gesti più incisivi, come il sesso orale. Sta all’uomo capire tutto questo, ed essere pronto a soddisfare la propria partner sotto le lenzuola. Nel sesso gioca un ruolo fondamentale la fiducia in se stessi: un uomo che si muove in modo sicuro e disinvolto avrà maggiori possibilità di soddisfare le donne e tenere sotto controllo i pensieri e lo stress durante il rapporto sessuale. Certo, sembra facile, ma non lo è.

L'articolo Rimedio Eiaculazione Precoce, le Cause più Frequenti proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/eiaculazione-precoce-le-cause-piu-frequenti/feed/ 0
Curare l'eiaculazioni precoci con lo Yoga http://news.infofarma.it/yoga-ed-eiaculazione-precoce-2/ http://news.infofarma.it/yoga-ed-eiaculazione-precoce-2/#respond Sat, 28 Jan 2012 08:29:40 +0000 http://news.infofarma.it/?p=1982 Risolvere lLa scienza dimostra che la pratica yoga risolve questo disturbo sessuale, bisogna conoscere che cos’è l’eiaculazione precoce. E’ un problema che può condizionare e compromettere seriamente la vita sessuale di un individuo, quindi bisogna porre un Rimedio contro l’ Eiaculazione Precoce. Come tale va affrontato, e nella maniera più giusta e “naturale” possibile. A Delhi, …

L'articolo Curare l'eiaculazioni precoci con lo Yoga proviene da news.infofarma.it.

]]>
Risolvere l'eiaculazione precoce con lo Yoga

La scienza dimostra che la pratica yoga risolve questo disturbo sessuale, bisogna conoscere che cos’è l’eiaculazione precoce.

E’ un problema che può condizionare e compromettere seriamente la vita sessuale di un individuo, quindi bisogna porre un Rimedio contro l’ Eiaculazione Precoce.

Come tale va affrontato, e nella maniera più giusta e “naturale” possibile. A Delhi, presso un Istituto di scienze mediche, si è effettuato un esperimento su un gruppo di 38 uomini praticanti di yoga.

Gli effetti benefici della pratica yoga  sono stati  confrontati con quelli ottenuti da 30 uomini cui era stata somministrata la fluorexina.

Questa è una sostanza che si usa in genere per il trattamento di forme depressive e compulsive, ed anche per l’eiaculazione precoce. Solo 25 di essi hanno notato un leggero miglioramento del disturbo.

Gli effetti collaterali della fluorexina non si devono sottovalutare. Un suo impiego oltre le dosi previste può infatti accentuare l’aggressività dell’individuo e addirittura la tendenza al suicidio.

Lo yoga rappresenta una valida alternativa ad un trattamento di questo tipo per curare le Eiaculazioni Precoci. Asana particolari ed esercizi di pranayama (respirazione) specifici non mancheranno di portare nel tempo i loro benefici effetti. Ed il sesso tornerà ad essere piacevole ed appagante.

L'articolo Curare l'eiaculazioni precoci con lo Yoga proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/yoga-ed-eiaculazione-precoce-2/feed/ 0
Partorire in casa e Parto in Acqua, una scelta naturale http://news.infofarma.it/partorire-in-casa-una-scelta-naturale-2/ http://news.infofarma.it/partorire-in-casa-una-scelta-naturale-2/#respond Sat, 28 Jan 2012 08:18:50 +0000 http://news.infofarma.it/?p=2376 A differenza del parto in ospedale la donna non viene separata dal piccolo al momento della nascita, ma può stringerlo a sé e prenderlo in braccio anche se il cordone ombelicale è ancora attaccato. Sarà poi lei, insieme al compagno o altre persone della famiglia presenti, a fare il primo bagnetto al nuovo arrivato, stabilendo …

L'articolo Partorire in casa e Parto in Acqua, una scelta naturale proviene da news.infofarma.it.

]]>
A differenza del parto in ospedale la donna non viene separata dal piccolo al momento della nascita, ma può stringerlo a sé e prenderlo in braccio anche se il cordone ombelicale è ancora attaccato. Sarà poi lei, insieme al compagno o altre persone della famiglia presenti, a fare il primo bagnetto al nuovo arrivato, stabilendo così un primo indispensabile contatto.

Parto in acqua

Se la donna decide di affrontare il parto in acqua, questo è possibile anche tra le mura di casa. Si può infatti utilizzare a questo scopo o una piccola piscina gonfiabile, oppure la classica vasca da bagno. Naturalmente vanno ben pulite sia una che l’altra prima che la futura mamma vi si immerga. La donna può scegliere una doccia o un bagno caldo durante il travaglio, in modo da alleviare l’ansia e stimolare l’ossitocina, un ormone che favorisce le contrazioni dell’utero. Questo è un vantaggio di cui le donne che partoriscono in ospedale non dispongono.

No taglio cesareo

Poiché il parto in casa avviene naturalmente, si ricorre al taglio cesareo soltanto se è strettamente necessario. Negli ospedali, invece, aumenta sempre di più il numero di parti non naturali, spesso senza un giustificato motivo. La percentuale di parti cesarei in Italia è del 38%, con un picco del 60% nella sola regione Campania.

Durante il parto a domicilio non può essere praticata alcuna forma di chirurgia o anestesia: in caso di complicazioni bisogna raggiungere l’ospedale più vicino. E’ quindi opportuno che la struttura ospedaliera si trovi a non più di 40 minuti di macchina dalla casa in cui avviene il parto. Le ostetriche che assistono i parti a domicilio sono comunque in grado di capire in anticipo eventuali segni di complicazioni o emergenze.

Svantaggi

Secondo alcuni ginecologi, la gravidanza, pur essendo un evento naturale, può andare incontro ad alcune complicazioni che in ospedale è possibile affrontare nel modo più appropriato e tempestivo. Durante il parto, per esempio, possono subentrare problemi di sofferenza fetale, in cui è necessario estrarre il bimbo con tagli cesarei di urgenza. Se questo succede in casa, come si può fare?

Il parto in casa può essere affrontato soltanto da donne che siano perfettamente sane, che non abbiano mai avuto problemi ai reni, al cuore, diabete, crisi epilettiche, gravidanze precedenti a rischio, problemi di salute in generale.

E’importante inoltre che il bambino si trovi in una posizione favorevole nell’utero (cefalico). Per fortuna ciò avviene nel 95% dei casi. E’ da escludersi invece il parto a domicilio in caso di parti podalici, gemellari o prematuri. Il peso del nascituro deve essere compreso tra i 2 chili e 600 grammi e i 4 chili e 200 grammi. Le ostetriche dovranno poi valutare caso per caso le condizioni del piccolo e della mamma.

I costi di un parto a domicilio si aggirano sui duemila euro. In alcune Regioni, come l’Emilia Romagna, le Marche, il Piemonte e la provincia di Trento il Servizio Sanitario effettua un parziale rimborso delle spese. In tutte le altre regioni italiane le spese restano esclusivamente a carico delle famiglie.

Casa maternità

Per le donne che non hanno la possibilità di partorire in casa perché questa non è adatta o perché l’ospedale non si trova nelle vicinanze esiste una valida alternativa: il parto nelle case maternità. Si tratta di abitazioni in cui le donne possono vivere i nove mesi ed il parto nella più totale serenità, assistite da ostetriche professioniste. Tali strutture, però, non sono in grado di offrire assistenza chirurgica. Ecco qualche riferimento utile: Associazione Culturale La Lunanuova (tel: 02/66984453) www.lalunanuova.it; Casa di Maternità La via lattea (tel: 02/89077589) www.casamaternita.it; Associazione nascita dolce (tel: 333/9789051) www.nascitadolce.it

L'articolo Partorire in casa e Parto in Acqua, una scelta naturale proviene da news.infofarma.it.

]]>
http://news.infofarma.it/partorire-in-casa-una-scelta-naturale-2/feed/ 0